Cosa facciamo

processi educativi in quanto risorsa che trae beneficio dalla plasticità neuronale possono ricalibrare le tracce mnestiche in funzione di nuovi adattamenti che contestualizzino sempre tempo, campo e testo di ciascun individuo. Su questo principio di matrice “neuropedagogica” si basa l’osservazione funzionale, l’esame diagnostico e il progetto educativo/abilitativo e riabilitativo seguiti presso il nostro Centro, mirati all’esclusivo obiettivo di riconsegnare all’individuo, nella fattispecie al soggetto in età evolutiva, la consapevolezza di possedere risorse capaci di strutturare in rinnovate progettualità, nuove forme di autonomia e cura di sè.

Progetto educativo

La relazione educativa

Riteniamo sia fondamentale in un intervento abilitativo o riabilitativo che sia, il solido terreno di una prospettiva pedagogica che dia risalto alla relazione con l’utente visto come Persona e non come ‘caso’, specialmente se si tratta di un soggetto in età evolutiva. Ciò consente di non perdere mai di vista i bisogni di chi richiede un aiuto per tirare fuori (“educere”) le proprie risorse inespresse. 

Intervento abilitativo delle risorse individuali

Molto spesso come nel caso dei disturbi di apprendimento, operiamo attraverso modalità di intervento che riorganizzino l’esercizio delle funzioni, per abilitare competenze mai raggiunte e non qualcosa che nel tempo è andato perduto per diverse cause. Riteniamo pertanto erroneo il termine ‘riabilitazione’, diffusamente e spesso impropriamente adoperato in riferimento alle problematiche di apprendimento, sicuramente lì dove non siano presenti carenze funzionali subentrate a seguito di lesioni o patologie degenerative. 

Approccio alla neurodidattica

Gran parte della giornata di un bambino o di un adolescente è trascorsa a scuola o ha in qualche modo a che fare, anche in altri adattamenti, con l’acquisizione di contenuti didattici. Qualsiasi progetto educativo non può esimersi dal tener conto dell’esigenza dell’individuo/alunno di trovare un’autonomia sul piano didattico, raggiungendo, attraverso strategie individualizzate più consone alle proprie modalità di apprendimento e risorse cognitive, gli obiettivi che gli consentano di sentirsi adeguatamente inserito nella vita scolastica sotto il profilo della relazione e delle prestazioni soggette a valutazione.  

Consulenza pedagogica per individui e famiglie

Osservazione pedagogica per

Difficoltà di apprendimento, difficoltà di attenzione e memoria, dislessia, disgrafia, disortografia, discalculia, difficoltà della pianificazione e della sequenza motoria.

Difficoltà di interazione con l’ambiente.

  • Interventi

Intervento Pedagogico, Educativo/Abilitativo per il potenziamento delle abilità di apprendimento.

Inquadramento Didattico e percorsi individualizzati

Interventi domiciliari

  • Approfondimenti diagnostici e consulenze specialistiche 

Progetti di Screening, Intervento e Ricerca per Enti e Scuole